Titolo piuttosto strano ma tra un momento capirete.
Per chi non lo sapesse, io e l'uncinetto abbiamo un rapporto di amore odio,mi piace fare qualcosina e lui me lo fa apposta a rivoltarmisi contro, comincio una cosa, lui mi fa arrabbiare ed io accantono il lavoro finché non mi chiede scusa.
Poiché verso la fine dell'anno, complice il Natale, abbiamo fatto pace, ho ripreso in mano un vecchissimo lavoro, il classico scialle della nonna. 
Ancora qui al sud le nonne lo usano, i loro scialli, almeno quelli che ho visto con i miei occhi, hanno dei colori improponibili, non so ... rosa, blu scuro e verde brillante (tutti nello stesso scialle), portati amabilmente sulle spalle e che noi chiamiamo "Sciallina" (in siciliano un piccolo scialle). 
La mia idea era di farne uno da vestire in maniera più moderna, usandolo come sciarpa e indossarlo come una kefiah, ieri finalmente l'ho terminato, pareva non volesse finire mai, al momento di applicare le tipiche frange è nato il dilemma: bianche, a contrasto, che colore potevo usare?

Ad un certo punto mi è venuto in mente un disegnino che ho fatto qualche giorno fa per uno dei miei studenti, un unicorno dalla criniera arcobaleno

15977761_1075758712552629_625066978496932300_n

Mi sono detta, voglio una sciarpa da unicorno, e con la lana giusta il risultato è arrivato.

SAM_3933 SAM_3934 SAM_3936
Sono troppo contenta, perché faccio l'unicorno anch'io, perché ho fatto pace con l'uncinetto e pure perché ho trovato il modo di usare questa lana assurdamente variopinta. ( ne ho altri tre gomitoli...suggerimenti?