Orchidee

18/04/18

Ho sempre amato i fiori, tutti, e fino a qualche tempo fa provavo solo una grande avversione per le orchidee, poverine, non avevano colpa, penso di averle odiate di riflesso alla persona che me le regalava e, finalmente, il passato è passato ed ora io e le orchidee abbiamo fatto pace.

Quando mi è stato detto che dovevo preparare un fiore per lo swap del meeting regionale ASI, le ho scelte, ed ho scelto di fare un esperimento che penso sia riuscito.

Ho realizzato i petali e le foglie in tela dipinta, ho ritagliato le forme e sagomato con lacca e phon ogni petalo, steli in carta crespa e vasetto in vetro per completare, io me ne sono innamorata ed anche qualcun’altro.

bmd

bmd

E adesso si lavora alla prossima, un’orchidea azzurra

Anche questa volta ce l'ho fatta, sono riuscita a finire il sal in tempo, mi è tornata la voglia di fare ed anche la voglia di bloggare, dai che il tempo se si vuole si trova (le ultime parole famose).

Vi intrattengo con una carrellata di foto e vi mostro il sal da maggio a Dicembre (mi intrattengo...ma è rimasto qualcuno???)

Maggio
Per questo mese uno strofinaccio in lino dipinto a mano con le farfalle, anche lo strofinaccio è fatto a mano ed è di un bel verde botanico, peccato per le foto, le giornate sono uggiose e c'è poca luce.

mde

Giugno
Non poteva certo mancare un cactus
questo è in panno lana ed ha una spilletta dietro, me lo immagino appuntato alla borsa da sfoggiare nei primi mesi caldi.





mde

Luglio
Un porta matite, con le matite
il coperchio è in rilievo, fatto con le paste modellanti e dipinto con i distress.



mde

Agosto
Segnalibro in panno lana
oppure ferma agenda
oppure come cerchietto tra i capelli

mde

Settembre
Federa per cuscino
un'esplosione di colori, sono andata sul mio genere botanico con un pizzico di artista pazzo, spero piaccia alla mia abbinata

mde

Ottobre
Portagioie, o non lo so
Dipinto effetto lavagna e decorato in bianco come fosse gesso
infatti è un chalk botanical box

mde

Novembre
E siccome siamo tutte creative
un puntaspilli ci sta sempre, panno lana, un barattolo e il gioco è fatto.



dav

Dicembre
Difficilissima da fotografare questa decorazione per l'albero racchiude al suo interno un po di bosco, abeti, muschi e ghiande.



dav

E infine ce l'ho fatta, come sempre in ritardo, il sal della Ste mi accompagna da anni e chissà che non sia così avventata da fare anche quello del 2018.

Dimenticavo......Gatto non incluso

 

Una delle cose che amo di più è scrivere, scrivere per il gusto di farlo, per raccontarmi, per tenere traccia di un vissuto, da sempre, da bambina, con le amiche di penna, conservo ancora quelle lettere e rimpiango che oggi sia solo diventata una specie di moda, non scrive più nessuno lettere d'amore?

Nel mio cuore spero di si e  spero che quel qualcuno usi una bella carta, io ne ho preparata un po per questo sal

dav

dav

 

Sal di Marzo

22/11/17
Una delle cose che ho sempre fatto sin da bambina è stato raccogliere foglie, quelle più particolari, per ricordare un momento, per abbellire una pagina, abbandonate dentro i libri e riscoperte anni dopo, tutto questo ha sempre avuto per me un fascino magico, dal sapore antico
Vi avevo già parlato del mio herb press in un precedente articolo ed ho pensato che alla mia abbinata del sal ne sarebbe piaciuto uno, in miniatura da portare con se durante gite e scampagnate.


dav
dav

dav

Spero davvero che le piaccia

Bando alle ciance 
e alla mia negligenza, meglio non parlarne che tutto mi appare come una scusa, parliamo invece di questo sal che sta per concludersi, 12 coccole per una abbinata segreta, ho pubblicato solo il mio lavoro del mese di gennaio e poi il nulla, io ho lavorato comunque ma pare che abbia tenuto segreto anche quello.
Come ogni anno arrivo sempre all'ultimo, fossi io l'organizzatrice mi eliminerei ma fortunatamente l'organizzatrice è Stefania e lei è un amore di persona.
Così Stefania mi ha riportato alla realtà e la realtà è che siamo a Novembre e allora sarebbe il momento di pubblicare....Febbraio

Come avevo detto all'inizio dell'anno, ma chi se lo ricorda, volevo fare dei lavori che si ispirassero al tema botanico e dopo Gennaio con il suo quaderno ecco febbraio con una pochette...

Può essere un portapenne, ma anche un portatrucco...ma anche quello che vuole la mia abbinata.

bmd

Il tessuto è un lino verde oliva e i ricami li ho fatti con mulinè da quanto tempo non ricamavo...

bmd

L'interno è una bellissimo cotone pesante a fiorellini

bty

Ed ecco, ora devo inserire il mio solito turbo di fine anno

 

Herb Book

01/02/17
Ancora una volta, sono diversi anni ormai, partecipo al sal di Stefy per il 2017, per quest'anno la nostra amica ha pensato a 12 creazioni diverse, con qualunque tecnica e qualsiasi soggetto per arrivare alla fine dell'anno con 12 pensieri da spedire e 12 da ricevere.

Io ho ripreso il mio tema botanico, ci sono tante cose che voglio sperimentare e mi sembrava carino farne uno per la mia abbinata a sorpresa, nella speranza che apprezzi lo stile.

Per il mese di gennaio ho pensato ad un quaderno che possa contenere tutte le foglie e i fiori che raccogliamo durante i momenti lieti passati all'aria aperta e magari poter scrivere il tipo di pianta, oppure il ricordo ad essa legato o semplicemente una data, la persona che lo riceverà potrà usarlo come più le piace, anche semplicemente come diario.

SAM_3941 
Il quaderno è abbastanza pratico nelle sue dimensioni ed è interamente fatto a mano, dalla copertina alle pagine.

SAM_3942 
All'interno una busta per tenere foglie, appunti e tutto quello che vogliamo, c'è anche un elastico per mettere una penna.

SAM_3945 
Le pagine sono colorate a mano con l'immersione nel caffè

SAM_3947
Se riesco ad organizzarmi con i tempi, non riesco proprio ad organizzarmi, vi mostro come farne uno.

Baci e buon inizio di febbraio

 

Flower Press

18/11/16
Quante volte ci è capitato di voler conservare un fiore del bouquet che ci hanno regalato, una foglia raccolta durante una gita o un viaggio, ricordi particolari che mettiamo tra le pagine di un libro e magari dimentichiamo di averceli messi, o peggio, li troviamo marci e il libro macchiato indelebilmente. 

Io ho sempre utilizzato una pressa per i fiori, me l'aveva insegnato il nonno, ultimamente, complice la mia nuova passione per il botanical style, ne ho realizzata una, ed è davvero semplice farla.

I materiali necessari sono:
- 2 tavolette di legno cm 18x18 di almeno 0,8 cm di spessore
- 4 perni con chiusura a farfalla e 4 rondelle
- cartone da imballaggio
- carta assorbente (non quella da cucina, meglio quella del pane o di un vecchio calendario)

sam_3545 
Praticate 4 fori, dello stesso diametro del perno, agli angoli di entrambe le tavolette, tagliare il cartone privandolo degli angoli da cui poi passeranno i perni, realizzati diversi strati (io ho utilizzato un cartone piuttosto spesso e me ne sono bastati 5)
041074060_xlg
Photo/Illustration: Vince Babak
Chiudete gli stati tra le due tavolette, inserire i perni e chiudere con le farfalle.
Quando sarete pronti per essiccare fiori e foglie, inserite la carta assorbente.

sam_3557 sam_3558 sam_3559
Potete lasciare la pressa al naturale, oppure decorarla come più vi piace, potete farla più piccola per portarla con voi durante una gita o un'escursione nei boschi.

 sam_3560  sam_3563
Con la pressa potete essiccare fiori e foglie perfettamente, mantenendone i colori e poi....
Spazio alla vostra fantasia