Mi domando

27/04/17
idea
Forse non dovrei tenere un blog, non sono assolutamente capace di gestirlo, mi dimentico a gestirlo, in realtà non ci provo nemmeno, sempre così io parto in quarta per fare le cose e poi mi fermo a raccogliere i fiorellini, a pettinare le giraffe e come dicemmo noi una volta: ad accarezzare i panda in Giappone.
Credo che nasca da un forte problema di autostima, dalla convinzione che quello che scrivo non freghi a nessuno, dal grande errore di pensare solo a cosa vorrebbero leggere gli altri senza pensare che magari la mia opinione è valida quanto le altre.
Non sono mai stata brava a scrivere, prendevo 9 negli orali ma la sufficienza nello scritto, però magari con un po di impegno e concentrazione e dedizione...
Poi però sono stanca, casa-lavoro, lavoro-casa...ma come fanno quelle che hanno pure figli, e pure un blog.
Io per quanto tenti di organizzare la mia giornata non riesco a completare tutto, eppure non sono una che si prefigge di realizzare mille cose in un tempo di 16 ore (le altre magari dormo).
Creatività pochissima, o meglio con i pensieri riesco a fare cose incredibili, non ho neanche più il tempo di rattoppare un calzino, quindi che pubblico, sproloqui... come in questo momento?
Sempre meglio di tenere il blog a riposo direbbe mio marito, (grande procrastinatore come fa a darmi buoni consigli) credo che lui abbia fatto del rimandare un'arte, e non se ne preoccupa, a differenza di me.
Ok adesso che due cretinate le ho scritte, non faccio promesse a me stessa, bisogna che trovi 5 minuti ogni tanto per scriverne altre.

Solo ora mi accorgo che sono 2 mesi......sigh
Tag: Categorie lifestyleTag

4 pensieri riguardo “Mi domando”

  1. Che ti frega?
    Intanto hai scritto un tuo pensiero, che leggo anche come una interessante riflessione.
    Io non lavoro, ma sono l’esempio di mamma, moglie, casalinga, hobbista (per cui sempre con la macchina da cucire sul tavolo).
    Eppure tengo il blog da 8 anni e darei fuoco a fb, che causa velocità e “scialbezza” ha causato la quasi morte dei diari virtuali.
    Mi impegno come una matta a non far morire quello su cui ho lavorato incessantemente per anni, e anche se ci si scrive ogni tanto, perchè non tenerlo?
    Puoi farne un motivo di sfogo, e quando ti piomba addoso un pò di creatività, ci metti anche quella.
    Siamo solo stanchi, abbiamo tutti una vita troppo frenetica.
    Un bacio!

    1. Cara Barbara, odio il fatto che pur abitando vicine non ci sia stato mai modo di incontrarci
      ogni volta che leggo un tuo commento mi rassereno sempre.
      Hai proprio ragione a proposito di FB io non riesco proprio a farmelo calzare,
      c’è chi mi dice che non riesco a stare al passo con i tempi che cambiano ma io voglio essere
      una di quelle che tenta il cambiamento di rotta, e quindi mi tengo il blog.
      Grazie sempre e di tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *