Mi domando

27/04/17
Forse non dovrei tenere un blog, non sono assolutamente capace di gestirlo, mi dimentico a gestirlo, in realtà non ci provo nemmeno, sempre così io parto in quarta per fare le cose e poi mi fermo a raccogliere i fiorellini, a pettinare le giraffe e come dicemmo noi una volta: ad accarezzare i panda in Giappone.
Credo che nasca da un forte problema di autostima, dalla convinzione che quello che scrivo non freghi a nessuno, dal grande errore di pensare solo a cosa vorrebbero leggere gli altri senza pensare che magari la mia opinione è valida quanto le altre.
Non sono mai stata brava a scrivere, prendevo 9 negli orali ma la sufficienza nello scritto, però magari con un po di impegno e concentrazione e dedizione...
Poi però sono stanca, casa-lavoro, lavoro-casa...ma come fanno quelle che hanno pure figli, e pure un blog.
Io per quanto tenti di organizzare la mia giornata non riesco a completare tutto, eppure non sono una che si prefigge di realizzare mille cose in un tempo di 16 ore (le altre magari dormo).
Creatività pochissima, o meglio con i pensieri riesco a fare cose incredibili, non ho neanche più il tempo di rattoppare un calzino, quindi che pubblico, sproloqui... come in questo momento?
Sempre meglio di tenere il blog a riposo direbbe mio marito, (grande procrastinatore come fa a darmi buoni consigli) credo che lui abbia fatto del rimandare un'arte, e non se ne preoccupa, a differenza di me.
Ok adesso che due cretinate le ho scritte, non faccio promesse a me stessa, bisogna che trovi 5 minuti ogni tanto per scriverne altre.

Solo ora mi accorgo che sono 2 mesi......sigh